Parco del Mincio
VisitMincio
Turisti nel parco tra biodiversità, storia, arte e accoglienza
Foto della testata
Condividishare-facebookshare-twittershare-googleplusshare-linkedinshare-mailshare-Whatsapp
Versione per la stampa Versione per la stampa
Torna alla versione classica
Home » VisitMincio » I Sapori

Il ben cucinare nel Parco del Mincio, Terre del Mincio

Le eccellenze del river front

Bartolomeo Stefani, autore dell'"Arte di ben cucinare" (1662), era convinto che la ricetta del successo in cucina fossero "buoni destieri e buona borsa". Cioè i mezzi e i soldi per procurarsi gli ingredienti giusti. Ai marchesi e duchi Gonzaga, di cui era cuoco di corte, non facevano difetto nè gli uni, nè gli altri. La cucina mantovana di oggi è in parte figlia di quegli aristocratici banchetti, ma anche della cultura contadina e delle tradizioni delle province vicine (sono otto quelle con cui Mantova confina: record italiano).
Lungo il fiume Mincio, persino i contadini dalla fame cronica protagonisti del Baldus, il cinquecentesco poema maccheronico di Teofilo Folengo, potrebbero oggi veder tradotti in realtà i loro sogni di pantagrueliche abbuffate.
2017 © Ente Parco del Mincio
Piazza Porta Giulia, 10 - 46100 Mantova (MN)
Tel 0376/391550 - Fax 0376/362657
Email: info@parcodelmincio.it
Posta certificata: parco.mincio@pec.regione.lombardia.it